Luni

da | Giu 19, 2020 | Non categorizzato

LUNI: splendida civitas

Approdo naturale in prossimità dell’antica foce del fiume Magra, molto probabilmente usato dagli Etruschi e controllato dai Liguri, diviene dapprima porto militare romano, e, dopo la sconfitta e la deportazione di gran parte dei Liguri Apuani intorno al 180 a. C., viene eletta a colonia con l’insediamento di duemila veterani romani.

La “splendida civitas” visse il periodo di massimo splendore tra la metà del I secolo a.C. e la fine del II secolo d.C. grazie all’estrazione del marmo proveniente dai bacini marmiferi delle Alpi Apuane.

Nel complesso del Museo e della prospiciente zona archeologica, oltre ai numerosissimi reperti rinvenuti (statuaria, ritrattistica, vasellame domestico, contenitori da trasporto, vetri, lucerne, monete), sono presenti sezioni di architettura sacra (dedicata al Capitolium, al santuario della dea Luna, al Grande Tempio ed al tempio di Diana), di epigrafica e di edilizia privata (dedicata alle domus lunensi).

La visita all’area degli scavi archeologici di Luni (ingresso a pagamento per non studenti = € 3,00/persona), Vi farà conoscere la storia dell’ascesa e della caduta di una delle più importanti colonie dell’Impero romano. Nella zona archeologica visiteremo le domus dei Mosaici e degli Affreschi, la domus settentrionale, il Decumano Massimo (tratto urbano della via Aurelia), il portico del Foro con ambienti legati all’attività commerciale del luogo, e l’Anfiteatro di età augustea. La visita termina con la sezione museale dedicata

alla statuaria ed alla vita quotidiana degli abitanti di Luna.

Ti proponiamo:

Non hai trovato quello che cercavi? Contattaci e troveremo la miglior soluzione per soddisfare la tua richiesta

×